EventiCosa Fare

Thanksgiving Day: grazie a chi?

Thanksgiving1
FacebookPinterestGoogle+

Il Thanksgiving Day, ossia il giorno del Ringraziamento, è una delle festività più importanti negli Stati Uniti, paragonabile al Natale.

La domanda è: ringraziamento a chi? e per cosa? La risposta potrebbe non essere univoca. Questa la versione ufficiale: nel 1621 i Padri Pellegrini giunti dall’Europa sulla Mayflower, sbarcarono sulle coste orientali americane. Avevano con sé semi portati dal Vecchio Continente, che piantarono al loro arrivo, ma il raccolto fu disastroso e molti morirono di fame durante l’inverno seguente. Alcuni Native Americans (gli Indiani) insegnarono loro quali prodotti erano più adatti alla coltivazione e quali gli animali da allevare (i tacchini, resi poi famosi proprio dal giorno del Ringraziamento, anche se, credo, ne avrebbero fatto volentieri a meno). L’anno seguente, i Pellegrini indirono un Giorno del Ringraziamento, per ringraziare Dio del successo del raccolto. Gli Indiani forse non sarebbero stati del tutto d’accordo. Ma tant’è: la storia la fanno sempre i vincitori. Va però detto che invitarono alcuni Nativi ai festeggiamenti.

Comunque, al di là delle polemiche, il Thanksgiving Day, che cade sempre il quarto giovedì di novembre, è la classica giornata da passare a tavola con amici e parenti. Il menù deve obbligatoriamente comprendere il tacchino (meglio se ripieno e al forno), la salsa di cranberries (una bacca rossa che non so come si traduce, forse mortella palustre), purè, mais, torte di zucca, verdure etc. Per una più esaustiva spiegazione del menù e delle usanze, potete consultare questo articolo del Miami Herald).

Altra curiosità legata al Turkey Day: da molti anni (pare abbia iniziato John Fitzgerald Kennedy nel 1963), il Presidente degli Stati Uniti “grazia” due tacchini, ossia annuncia che non cucinerà le bestiole a lui tradizionalmente donate dalla National Turkey Federation, e le farà accogliere in un ranch, garantendogli così una prospera e lunga vita.

Questo per la buona pace dei vegetariani e degli animalisti.

Un consiglio: se siete negli Stati Uniti, non stancatevi troppo nel giorno del Thanksgiving, perché il venerdì seguente dovrete essere in forma per affrontare il leggendario Black Friday.

Da Sapere
Maggio

Meteo – Maggio, temperature ideali

maggio, 2017

Maggio è un mese primaverile, che è la stagione perfetta per visitare Miami, anche se segna l’inizio della stagione umida, con 10 giorni di pioggia di media e 136 mm di precipitazioni. La temperatura però…

Cosa Vedere / Arte e Cultura
Dezer13

Dezer Museum: le auto più belle del mondo

aprile, 2017

In North Miami, a pochi km dal centro della città si trova il Miami Auto Museum at the Dezer Collection, la più grande collezione di auto e moto degli Stati Uniti. Aperto da poco più…

Cosa Fare
Aprile

Meteo – Aprile, il clima migliore dell’anno

marzo, 2017

La mia prima volta a Miami Beach è stata nel mese di aprile e tuttora, dopo molti anni, ritengo che il clima di aprile lo renda il mese ideale per un viaggio in questa città….

Da Sapere
Febbraio

Meteo – Febbraio, temperature in rialzo

gennaio, 2017

A febbraio, anche se di poco, le temperature iniziano ad alzarsi: 16 C° di notte e 25 di giorno (all’ombra). E febbraio è anche il mese con meno giorni di pioggia di tutto l’anno: 6…

Book Republic